capodimonte

Vendere ceramiche di Capodimonte: quanto valgono? Se sei qui probabilmente ne possiedi una, il che è già un ottimo inizio! In realtà, nel titolo c’è un errore molto comunque. Quelle di Capodimonte non sono ceramiche, bensì porcellane! 

Quanto può valere una statuetta di Capodimonte?

Il valore dei pezzi marchiati con la celebre N incoronata, varia a seconda di molti fattori. Il principale è l’epoca. Come anticipato i pezzi più ricercati sono quelli più antichi, soprattutto molto grandi e lavorati, poichè sono i più rari. L’arma a doppio taglio, è che in generale sono tutti pezzi molto fragili, dunque è difficile oggi trovarli intatti!

Il secondo fattore è quello della firma. Moltissimi artisti di fama internazionale hanno partecipato alla produzione di Capodimonte, fino ad arrivare ai più recenti, come le porcellane di Capodimonte con firma Armani o le statuette con firma Pannunzio, fra le più comuni oggi. 

Il terzo fattore è quello riguardante le condizioni. Purtroppo il bello di questi oggetti è che siano così fragili, ma è anche il loro limite nel mercato, poichè i restauri e i pezzi mancanti sono un grande limite alla crescita del valore!

Infine, ovviamente, il soggetto e la lavorazione. Sono due variabili che vanno di pari passo poichè tendenzialmente a soggetti più semplici si accostano grandi lavorazioni e viceversa.

Quanto può valere una statuetta di Capodimonte?

Se ti stai chiedendo come vendere vasi, lampadari, statuette o servizi di Capodimonte, sei nel posto giusto! In generale tutti gli antiquari sono clienti papabili, ma per la tipologia dipende sempre dalla fascia di clientela e dai collezionisti che ognuno ha.

Quanto può valere una statuetta di Capodimonte?

0 comment
1 FacebookTwitterPinterestLinkedinTumblrRedditWhatsappTelegramLINEEmail
× Chiedi informazioni!